Lame verso il cielo
da F. lli Lorenzi

Il 4 aprile alle ore 19.00 in occasione del Salone del Mobile Fratelli Lorenzi ospita una monografica di Maurizio Montagna.

“Qualche tempo fa, durante una visita alla storica azienda di maniglie Olivari, mi è stata mostrata una maniglia in acciaio disegnata da Gio Ponti, “La lama”, mi è bastato inclinare quell’oggetto di 90 gradi ed osservarlo in controluce per comprendere la precisione della forma di uno degli edifici più importanti dell’architettura del 900, il grattacielo Pirelli". Maurizio Montagna

Il famoso grattacielo milanese è stato il primo delle molte torri che ho interpretato fotograficamente nel comune di Milano. Attraverso un intento tutt’altro che documentaristico, i grattacieli che ho realizzato sono il più possibile isolati dal contesto urbano, e ripresi da punti di vista prospetticamente ravvicinati e certamente non riproducibili con macchine fotografiche convenzionali.

La trasfigurazione prospettica di questi oggetti architettonici, mi permette di oltrepassare la mera rappresentazione dell’edificio, il mio interesse per la fotografia d’architettura si esaurisce, quando la documentazione è fine a se stessa: la forza descrittiva di una fotografia, qualunque sia il suo soggetto scaturisce dall’immaginazione dell’autore, dal suo linguaggio e dalla sua capacità d’interpretazione del reale.

Il progetto “Torri Milano 2014-2017 è una ricerca che non ha come intento rappresentare una città, modalità per altro già in maniera esaustiva prodotta da maestri che mi hanno preceduto: P. Monti, G. Basilico, G. Chiaramonte, per citarne solo alcuni; realizzare fotografie di grattacieli è una sfida alla visione, un modo per portare in fotografia un soggetto fuori scala, e rileggere edifici storici in chiave contemporanea, un interpretazione fotografica di progetti visionari che hanno influenzato l’architettura dai primi del 900 ad oggi.

Le opere saranno esposte in negozio per tutto il mese di aprile e l’autore sarà presente presso F.lli Lorenzi per commentare le sue opere le sere seguenti:

4 e 8 aprile dalle 19 alle 21,

13 e 19 aprile dalle 17 alle 19.